ORECCHIO UMANO

L'orecchio Ŕ un organo pari che svolge sia la funzione uditiva sia la funzione di controllo dell'equilibrio (senso del movimento e percezione della gravitÓ) del corpo.

╚ formato da tre parti, dette orecchio esterno, medio e interno; le ultime due sono racchiuse nell'osso temporale.

 

L'orecchio esterno costituisce la parte in diretto contatto con l'ambiente esterno.

E' formato da una struttura detta padiglione auricolare, che forma la parte visibile dell'orecchio ed Ŕ costituita da un'espansione cutanea dotata di pieghe, avente forma (di solito triangolare o tondeggiante) e dimensioni variabili.

Il padiglione auricolare ha la funzione di raccogliere le onde sonore dall'ambiente esterno e di convogliarle verso il condotto uditivo esterno, ossia un breve canale con cui il padiglione Ŕ in comunicazione e che termina con una membrana, detta timpano. Nella cute che riveste il condotto uditivo sono presenti ghiandole sebacee che producono il cerume, una sostanza cerosa che ha una funzione lubrificante e protettiva del condotto stesso.

 

L'orecchio medio si trova subito dietro il timpano. E' formato da una cavitÓ, all'interno della quale vi sono tre ossicini tra loro concatenati, deputati alla trasmissione delle onde sonore dal timpano verso l'orecchio interno. I tre ossicini prendono il nome di incudine (quello che Ŕ in contatto con la membrana timpanica), martello (quello intermedio) e staffa (quello che Ŕ in contatto con l'orecchio interno, mediante una piccola membrana detta finestra ovale).

Dalla cavitÓ dell'orecchio medio fuoriesce un condotto, chiamato tromba di Eustachio (dal nome di Bartolomeo Eustachio, medico italiano del 1500), che sbocca nella faringe e che permette il libero passaggio dell'aria; in questo modo viene mantenuta su entrambe le facce della membrana del timpano una stessa pressione, uguale a quella atmosferica.

 

L'orecchio interno Ŕ la sede dei recettori sensoriali dell'udito e dell'equilibrio, da cui si dipartono fibre nervose che vanno a formare il nervo acustico. Separato dall'orecchio medio dalla finestra ovale, l'orecchio interno Ŕ formato dal labirinto, ossia da sistema di canali alloggiati nell'osso temporale.

Uno di tali canali Ŕ arrotolato su se stesso e forma una struttura detta chiocciola (o coclea), contenente i recettori uditivi.

Altri canali formano l'apparato vestibolare, composto da tre canali semicircolari, l'utricolo e il sacculo, che possiede i recettori per l'equilibrio. Tutti i canali sono comunicanti e pieni di un liquido gelatinoso, detto endolinfa.