Realwave(tm) e Softimage|XSI(tm)
Tutorial introduttivo

Prefazione
In questo tutorial verranno mostrati i passi base su come lavorare con le mesh generate da
Realwave ed importarle in Softimage|XSI

Parte 1 : Realwave

Lanciare Realwave , il programma dovrebbe presentarsi come la figura sottostante

Controllare che il rollout "Environment" sia impostato su Softimage

Passiamo ai parametri di generazione della mesh:

Spostiamoci sul rollout "Waves" e aggiungiamo un nuovo wave cliccando sull'icona "CREATE WAVE" come da figura sottostante

Un nuovo Wave sara' aggiunto

Selezioniamo l'opzione "FRACTAL DISPLACEMENT"

Selezioniamo la mesh all'interno della nostra viewport e clicchiamo nella barra sottostante sull'icona "FLAT SHADING MODE" per cambiare la visualizzazione della mesh da wireframe a shaded.

Fare un preview per visualizzare l'animazione premendo sul tasto "ACTION"

Per arrestare la simulazione premere di nuovo "ACTION", per azzerare (cioe' ritornare al frame 0 della nostra simulazione) premere il tasto "RESET"

Spostarsi al rollout "SURFACE"

Ed impostare i valori di "SURFACE SIZE" a 9 (Vedi figura sotto)

Questo dovrebbe essere il risultato ottenuto

A questo punto siamo pronti ad esportare la nostra mesh.

Abilitiamo l'opzione "MESH" cliccando sull'apposita icona.Si aprira' la finestra di dialogo dove dovremo impostare il precorso per salvare le mesh generate da Realwave.Impostiamo il percorso e chiudiamola.L'opzione "MESH" nella barra sottostante diventera' rossa.

A questo punto premere di nuovo il pulsante "ACTION" fino al frame desiderato (es.:100) poi interrompere la simulazione.

Salvare la scena e lanciare "XSI"

Parte 2 : XSI

Per caricare le mesh generate da Realwave bisogna installare la plugin per importale all'interno di XSI.Andare nel menu' FILE->ADD-ONN->INSTALL e caricare la plugin NextLimit_2.xsiaddon (scaricabile liberamente dal qui)

Una volta selezionata premere il pulsante INSTALL per installarla.

Apparrira' una toolbar fluttuabile intitolata NEXTLIMIT, chiuderla.

Andare nel menu' layout e cliccare su LAYOUT->EDIT LAYOUT, a questo punto potremo modificare l'interfaccia di XSI e caricare la toolbar all'interno della stessa per un + facile uso.

Posizionarsi con il puntatore sulla barra sx di XSI e cliccare col tasto dx del mouse andrare su SET VIEW->CUSTOM TOOLBAR->NEXTLIMIT (vostra versione)

Una volta selezionato apparira' nella barra sx di XSI.

Una volta selezionato apparira' nella barra sx di XSI.Ritornare sul menu layout e cliccare di nuovo su LAYOUT->EDIT LAYOUT per salvare il nostro layout con le modifiche appropriate.

Procediamo al caricamento della mesh cliccando sul pulsante RWMesh e selezionando il percorso che abbiamo impostato precedentemente durante l'uso di Realwave, selezioniamo il file (che in questo caso avra' estensione .Geo) e clicchiamo su OK per caricarlo all'interno di XSI.

Dopo qualche secondo la mesh verra' caricata all'interno di XSI.

Selezionare la mesh ed applicare un materiale di tipo "Phong" ed impostare i valori rgb differenti da quelli di default.

Eliminare la luce di default e creare una point light.Traslarla sull'asse Y di 14 unita' e sull'asse Z di -42 unita, in modo che generi la luce come se fosse un bagliore alla fine della mesh.Fare un preview premendo "Q"

Eliminare la luce di default e creare una point light.Traslarla sull'asse Y di 14 unita' e sull'asse Z di -42 unita, in modo che generi la luce come se fosse un bagliore alla fine della mesh.Fare un preview premendo "Q"

Andare sul menu Get->Primitive>Surface->sphere lasciando invariati i valori di default.

Scalare la sfera uniformemente di 12 unita e con la sfera selezionata andare di seguito su Get->Material->More...

E dalla cartella soft3d cliccare sul preset easy_atmosphere.

Impostare i parametri come di seguito.

Facendo un preview (q) dovrete ottenere un'immagine simile.

Aggiungendo del Glow alla luce, profondita' di campo, materiali a hoc, ecc.ecc. si possono ottendere degli ottimi risultati.:-)

Fine

Questo tutorial puo essere mofificato in tutte le sue parti, per qualsiasi problema non esitate a contattarmi.

Autore: Renderman

Un grazie a Shamir per l'hosting di questo tutorial :-)